Post in evidenza

Il cartone animato per bambini più bello del mondo

Sicuramente è uno dei più bei cartoni animati per bambini del mondo. PRESENTAZIONE DI SKINNY E DEL SUO MONDO Skinny è un piccolo del...

2012-12-15

TASSE , il nuovo cavallo di battaglia di Berlusconi

Silvio rivolto al PD
Mi permetto di dare dei consigli al Cavaliere  di come portare avanti la campagna elettorale, in questo momento il PDL è al 13-14% e il PD a oltre il 30%, 16 punti sembrano incolmabili ma ci sono possibilità. Da oggi in poi Berlusconi deve essere in televisione a più non posso e deve trovare il modo  di andare nella trasmissione di Santoro, molti mi daranno del pazzo , ma l'unica possibilità per recuperare è di andare dal peggior nemico possibile  e quindi battersi con Santoro e Travaglio. Questo ultimo sicuramente leggerà la sua ridicola agenda ricordando tutte le vicende giudiziarie del Cavaliere, a questo punto Berlusconi si deve scambiare il posto con Travaglio e gli deve leggere tutte le sue cause per diffamazione, per chi non lo sapesse Travaglio ha decine di cause perse per diffamazione , il cavaliere dimostrerà che il Travaglio è un calunniatore abituale e questo varrà al cavaliere molti punti in più nei sondaggi. Infine deve ridicolizzare il Travaglio pulendo il suo posto e quindi metaforicamente di considerarlo persona estremamente sporca.Negli ultimi giorni deve giocare la carta vincente sulle tasse. Molte volte il Cavaliere era stato dato per vinto e molte volte ha stupito tutti, questa volta sembra davvero in difficoltà ma sembra che abbia ancora molte carte da giocare, io una di queste è quella relativa alle tasse, argomento a cui gli italiani sono da sempre molto sensibili. Sembra che Berlusconi voglia rilanciare tra le sue proposte politiche , la teoria dei piccoli numeri adattata al sistema fiscale, opera di un economista italiano. Trova d'accordo con lui anche Paul Krugman, premio nobel per l'economia e convinto non-sostenitore dell'euro.





E' una teoria così pazzesca, semplice e interessante che potrebbe anche funzionare negli stati con una elevata evasione fiscale, commentava Paul Krugman, premio nobel per l'economia nel 2008, leggendo sul Wall Street Journal la teoria scritta un paio di anni fa da un economista italiano che descrive come abbattere l'evasione fiscale, abbassare le tasse e farle pagare in modo più equo a tutti .

ecco in sintesi la teoria

http://quaeram.blogspot.it/2012/09/la-teoria-delle-tasse-al-7.html

2012-12-08

Esclusivo , l'asso nella manica di Berlusconi

Se non tutti, molti si sono chiesti, come mai il cavaliere ha deciso di ridiscendere in campo nonostante tutti i sondaggi gli sono contro ? Si sono fatte varie ipotesi sull'annunciata candidatura a premier di Berlusconi, dalla condanna ricevuta in primo grado alla nuova legge di incandidabilità appena approvata. Invece una notizia bomba trapela da fonti anonime, pare che un matematico napoletano abbia elaborato uno studio di un nuovo sistema elettorale che con un solo colpo permetterebbe di dare molte possibilità di vittoria a Berlusconi e di azzerare quasi completamente la presenza del movimento di Grillo in parlamento. Ovviamente è top secret sia il nome dell'autore dello studio sia lo studio stesso, ma il cavaliere ne è rimasto così entusiasta da sciogliere la riserva per la sua candidatura. Anche se doveva restare nel più assoluto segreto fino a quando il cavaliere non sarebbe riuscito a far passare questa nuova legge elettorale , qualcosa è trapelato e si maligna addirittura da qualche suo fidato collaboratore preoccupato per la propria candidatura e interessato che rimanesse il sistema elettorale attuale.


Dal quel poco che si sa, il nuovo sistema elettorale si dovrebbe basare su collegi uninominali maggoritari a singolo turno con tre candidati per ogni schieramento , quindi funzionerebbe come il mattarellum in cui in ogni collegio vince lo schieramento che prende più voti e in piu' oltre a votare lo schieramento si sceglie anche con la preferenza uno dei tre candidati, quindi alla fine risulterebbe deputato il più votato dei tre dello schieramento vincente. Con questo tipo di votazioni , sicuramente il movimento 5 stelle, non alleandosi con nessuno come è notorio, sarebbe molto vicino allo zero come numero di deputati anche se prendesse il 20% dei consensi.
Il nuovo sistema lo hanno già battezzato vaffagrillum